Concorso fotografico: la solidarietà in una foto

La solidarietà in una foto: al via il concorso

Al via «Uno scatto alla solidarietà»

Al via «Uno scatto alla solidarietà»
 Si propone di diffondere il valore della solidarietà e dell’inclusione, coinvolgendo in particolare i giovani, il concorso fotografico nazionale «Uno scatto alla solidarietà».

L’iniziativa, finalizzata a far riflettere sui legami affettivi e morali che uniscono gli uomini e che li spingono all’aiuto reciproco, è frutto di un lavoro condiviso tra sei associazioni veronesi, Nadia onlus, Amici Senza Barriere Daniela Zamboni onlus, Self Help San Giacomo onlus, San Zeno onlus, Alzheimer Italia Verona e La Fraternità, aderenti al progetto «Per una comunità includente», promosso dal Centro di Servizio per il Volontariato. Tutte realtà operano in vari ambiti del volontariato sociale: adozioni internazionali, integrazione sociale della persona disabile, gruppi di auto mutuo aiuto sulle dipendenze, i disturbi alimentari e dell’apprendimento, carità, tutela dei diritti delle persone affette da Alzheimer e delle loro famiglie, sostegno ai detenuti e alle loro famiglie. Il concorso è aperto a tutti i cittadini italiani e stranieri residenti o domiciliati nel territorio nazionale e sarà suddiviso in due categorie: over 29 e under 29.

Le fotografie dovranno avere per soggetto un momento, una situazione o un luogo che richiami il concetto di solidarietà, liberamente interpretato. Per iscriversi c’è tempo fino al 19 maggio e la partecipazione è gratuita. Tutte le fotografie ammesse e premiate saranno esposte dal 24 giugno al 28 giugno in Gran Guardia e pubblicate online sulla pagina Facebook dedicata «Uno scatto alla solidarietà», sui siti internet delle associazioni che promuovono il concorso e del Centro di Servizio per il Volontariato.

L’ammontare complessivo dei premi è di 1.900 euro. Per informazioni www.nadiaonlus.it/concorso-fotografico-uno- scatto-alla- solidarieta/; e-mail: unoscattoallasolidarieta@gmail.com; 045.2474216.

L’iniziativa, patrocinata dall’assessorato ai Servizi sociali, dal Centro Servizi per il Volontariato e dal Circolo Fotografico Veronese, è stata presentata dall’assessore Stefano Bertacco come «un’occasione per far conoscere alla città un mondo che quotidianamente opera tra problematicità e disagio ma che, anche grazie a linguaggi comunicativi diversi come quello della fotografia, vuole promuovere solidarietà e inclusione».

venerdì 20 aprile 2018 – serata culturale


v
enerdì 20 aprile 2018 ore 21:00

Serata culturale:  LUISA BONDONI
Vicepresidente e Curatrice museale del Museo Nazionale della Fotografia di Brescia

Titolo incontro:
Storia della street photography.  Dalla nascita della fotografia ai giorni nostri.

Attraverso la proiezione di fotografie dei grandi protagonisti della storia della fotografia, si ripercorrerà l’evoluzione della street photography, che viene ufficializzata negli anni ’50 grazie ad artisti come Robert Frank e William Klein. Ma la strada da sempre è la protagonista in fotografia, fin dalla sua genesi. L’incontro vuole raccontare come questo genere ha origini antiche e come si è evoluto in base ai mezzi tecnici che si sono succeduti nel corso di questi 190 anni dalla nascita della fotografia, partendo dai pioneri per arrivare ai giovani fotografi contemporanei, che si sono imposti alla critica grazie ai nuovi mezzi di comunicazione.